Prof. Alberto Roggia

Le cure su “ misura “ , cioè personalizzate, per ogni paziente nelle malattie andrologiche

Il medico specialistica Andrologo o Urologo-Andrologo sulla base della visita  consegna al paziente la ricetta che è sempre su   “misura”,  cioè prescritta per ogni  specifico paziente .
 Pertanto sia la indicazione di eventuali esami diagnostici, sia pure la indicazione alle cure da effettuare è sempre ed esclusivamente indicata per il singolo paziente e quindi su “misura” o anche detta “sartoriale “  perchè  come se fosse confezionata a pennello per ogni paziente.

“On size fits all”,  scrivono i medici inglesi  indicando chiaramente come i farmaci non hanno una taglia unica che può vestire tutti !

Curare il disturbo sessuale ma curare sempre anche la sua causa della sua  insorgenza , ricordando che nel  95 % dei casi di deficit della erezione la causa è   organica  !

Il  “fai da te” è sempre sconsigliato,  e pure a volte  pericoloso !

 Indispensabile e utilissima  è la visita medica specialistica andrologica-urologica che consente  allo specialista di  prescrivere la terapia che è sempre su “misura “ per quel paziente ben preciso.
Talora lo Specialista potrebbe ritenere opportuno  consigliare accertamenti approfonditi come esami di laboratorio o ecografie o RMN o altro, ritenuto necessari per la corretta diagnosi di patologia  e quindi la prescrizione più precisa di cure adeguate.
Se ad esempio lo specialista riscontra alla palpazione del pene una area di fibrosi a carico di un corpo cavernoso ed in una specifica localizzazione dello stesso, occorre che la ecografia studi ovviamente entrambi i corpi cavernosi , ma si soffermi ad analizzare accuratamente  quanto lo specialista aveva individuato con la visita andrologica.  Ecco perchè in tali casi verrà consigliata  la ecografia associata alla elastografia che dovrà  essere indirizzata a studiare   “tutto l'organo”   ma soprattutto essere “mirata” sulla area identificata dallo specialista durane la visita .
Da ciò emerge perchè non è mai consigliabile effettuare esami strumentali prima della visita specialistica , mentre assistiamo che molto spesso i pazienti navigando in internet decidono di propria iniziativa di effettuare esami ecografici o altri  prima ancora della visita ,  o ancora peggio si  autoprescrivono le cure , consigliate dall'amico o ritrovate  in internet, senza alcun accertamento diagnostico medico.
La ricetta rilaciata dallo Specialista indicante gli esami consigliati è sempre personalizzata per quel determinato paziente  e così pure la ricetta con le cure prescritte sarà  sempre “mirata” , o anche come si dice  “sartoriale” ,  in quanto “confezionata” a pennello per il singolo paziente,  cioè  prescritta ed indicata dallo specialista andrologo/urologo  solo per  quello specifico paziente ,  non dimenticando mai che i disturbi sessuale erettili hanno una causa organica nel 95 % dei casi !

E' ben chiaro che  la ricetta  abbia sempre  i connotati di “ricetta impostata su misura” solo per quel paziente ben identificato e quindi sia una  ricetta  che è stata anche definita “sartoriale”,  alla  stessa stregua,  solo per modo di dire,  di come un sarto  confeziona  un abito sulle esatte misure del suo  cliente , vestito che non andrà mai a pennello per un altro cliente.  E' evidente  che   se un abito non è perfetto non succede proprio nulla , ma se invece un paziente decidesse di curarsi senza la ricetta medica , che è sempre personalizzata in quanto costruita sul preciso profilo clinico personale di quello specifico  paziente , andrà certamente incontro a risultati terapeutici quanto mai incerti , se non addirittura verso un peggioramento della sua patologia con risultati facilmente immaginabili.

 Non per niente i  medici inglesi affermano in modo  quanto mai efficace :  “On size fits all”,   indicando come i farmaci non hanno una taglia unica che può vestire tutti !

  E' evidente  che il paziente desidera la guarigione immediata o comunque al più presto del sintomo-disturbo sessuale (esempio curare una  erezione scadente o il calo di libido)  che lo affligge , ma  è altrettanto ben chiaro a tutti  come sia sbagliato curare esclusivamente il sintomo e non la causa della sua insorgenza !

Tuttavia molto spesso si constata come molti pazienti , soprattutto in età giovanile, desiderano  “bruciare le tappe “   by-passando il proprio Medico di Famiglia e lo Specialista  urologo-andrologo  ed autoprescrivendosi le cure (e quindi senza neppure avere la diagnosi della propria patologia)   sulla base solo di quanto hanno sentito dire dall'amico o consigliato dal collega di lavoro , ma soprattutto in questi ultimi anni navigando in quell'oceano di dati fornito da internet e rivolgendosi esclusivamente al … “  dott. Google  “.  
Nessuno  mette in dubbio come in internet si possa conoscere dettagliatamente di ogni patologia i  vari sintomi, la diagnostica  , il ventaglio di innumerevoli  cure anche le più moderne , ma chi vi accede non deve trarre conclusioni diagnostiche per il proprio caso, né tanto meno autoprescriversi la cura  se non vuole rischiare di lanciarsi in un percorso terapeutico che non comporterà alcun risultato positivo o addirittura potrà riservare spiacevoli effetti collaterali e complicanze, magari attenuando solo momentaneamente il disturbo , ma certamente non curando la causa della sua insorgenza che pertanto , rimanendo attiva e progredendo inesorabilmente , contribuirà al peggioramento della malattia stessa , per cui le cure che verranno instaurate tardivamente saranno   più complesse e con minor possibilità di guarigioni complete.

Si consiglia la lettura dell'articolo seguente :

Il lettore potrà approfondire tutti gli argomenti andrologici, deficit sessuali maschili e disfunzioni erettili maschili navigando in: www.andrologiadisfunzionierettili.ch